Skip to content

Lifting braccia: che cos’è la brachioplastica?

Home » Lifting braccia: che cos’è la brachioplastica?

La brachioplastica, anche nota come intervento di lifting braccia, è una procedura chirurgica che consente di correggere i difetti degli arti superiori.

La chirurgia estetica delle braccia consente di rimodellare gli arti superiori eliminando cute e grasso in eccesso localizzati in questa regione corporea, soprattutto in seguito ai processi di invecchiamento o ad esiti di obesità patologica.

I pazienti che in genere si sottopongono al lifting braccia sono uomini e donne che, magari in seguito ad un calo ponderale importante e prolungato nel tempo oppure a causa del normale processo di invecchiamento della cute e dei tessuti, presentano un eccesso di tessuto adiposo.

Questo tipo di intervento è inoltre indicato per i pazienti con obesità localizzata.

L’intervento di brachioplastica può essere eseguito da solo o in associazione ad altre tecniche chirurgiche quali il lifting del volto, la mastoplastica additiva, l’addominoplastica, la liposuzione o altri interventi di chirurgia estetica.

Lifting braccia: come si svolge l’intervento?

Prima di sottoporsi all’intervento è molto importante svolgere un’accurata visita preliminare, durante la quale il chirurgo esaminerà attentamente:

  • le alterazioni estetiche e funzionali delle braccia,
  • la qualità della cute,
  • l’eccesso cutaneo orizzontale e verticale
  • il grado di lassità cutanea.

La quantità di tessuto adiposo in eccesso verrà determinata mediante il Pinch Test.

Il chirurgo dovrà inoltre valutare le condizioni di salute del paziente per escludere la presenza di alterazioni (pressione alta, problemi di coagulazione o di cicatrizzazione) che potrebbero influire sul risultato finale dell’intervento.

L’alimentazione pre e post operatoria dovrà essere ben bilanciata, banditi alcool e sigarette.

L’anestesia

Il lifting braccia viene generalmente eseguito in anestesia locale con sedazione (ciò significa che il paziente sarà sveglio ma rilassato e insensibile al dolore) e in regime di day-hospital.

In casi particolari, però, l’intervento può essere eseguito in anestesia generale e con ricovero di una o due notti.

Le incisioni

Nella procedura chirurgica più comune, consistente nella rimozione e nel rimodellamento della cute e del grasso in eccesso, le incisioni vengono eseguite nella piega bicipitale e ascellare in modo che siano poco visibili.

Se sono presenti solo accumuli di grasso e non è necessario rimuovere l’eccesso cutaneo, il chirurgo può eseguire una liposuzione delle braccia e una liposcultura, senza praticare incisioni cutanee esterne.

Lifting braccia: ci sono dei rischi?

Si tratta di una procedura chirurgica vera e propria, dove le complicanze (sanguinamento, infezione) sono rare ma possono accadere ed essere agevolmente risolte solo se l’intervento è eseguito da uno specialista in chirurgia plastica all’interno di strutture autorizzate.

Raramente possono comparire delle alterazioni della sensibilità della cute dell’arto superiore che però regrediscono nel giro di alcune settimane.

Per diminuire i rischi di complicanze è comunque importante seguire attentamente i consigli e le istruzioni che vi darà il chirurgo prima e dopo l’intervento.

Qual è il decorso post operatorio dell’intervento di brachioplastica?

Nelle 48 ore successive all’intervento il paziente dovrà rimanere a riposo con le braccia leggermente sollevate. In questo arco di tempo potranno apparire gonfiore ed ecchimosi intorno alla regione trattata, che persisteranno per circa 1-2 settimane.

A partire dal terzo giorno potrà riprendere a svolgere una vita normale evitando però attività faticose, saune e bagni turchi e l’esposizione al sole.

A partire dalla terza settimana si potrà ricominciare a svolgere progressivamente tutte le normali attività compresa quella sportiva.

Il risultato, apprezzabile già dopo le prime tre settimane, sarà definitivamente raggiunto a distanza di circa sei mesi dall’intervento.