Skip to content

Foxy eyes: chirurgia o filler per uno sguardo felino

Home » Foxy eyes: chirurgia o filler per uno sguardo felino

Foxy eyes: in cosa consiste e quali sono gli interventi di chirurgia estetica da effettuare per ottenere questo sguardo ammaliante

L’effetto “foxy eyes”, letteralmente occhi da volpe, è la tendenza del momento in medicina e chirurgia estetica. Consiste nel sollevare gli angoli esterni degli occhi, le palpebre e la coda delle sopracciglia, avvicinandoli alla zona temporale, con l’obiettivo di aprire lo sguardo e renderlo più accattivante.

Vediamo insieme come ottenere questo effetto grazie alla chirurgia estetica e quali sono tutte le procedure per foxy eyes perfetti e sguardo ammaliante.

Foxy Eyes: lo sguardo delle attrici e modelle

Uno dei motivi che ha reso l’effetto foxy eyes così celebre negli ultimi tempi è il fatto che tantissime celebrities hanno effettuato questo trattamento per dare al loro sguardo una connotazione più sexy.

Da Bella Hadid a Kendall Jenner, passando per la celebre popstar Ariana Grande, sono tantissime le star che hanno deciso di ricorrere a questo trattamento per dare al loro sguardo un tocco magnetico, quasi felino.

foxy-eyes-bella-hadid

Come allungare lo sguardo?

I modi per ottenere il caratteristico effetto allungato dei foxy eyes sono svariati, e non tutti implicano il ricorso alla chirurgia estetica, anche se questa soluzione resta l’unica in grado di offrire un risultato duraturo e di effetto.

Interessante notare che già nell’antichità le donne avevano intuito la potenza ammaliatrice di questo sguardo sensuale e di conseguenza avevano studiato alcuni modi che oggi definiremmo “casalinghi” per ottenerlo, come applicare dei tiranti nascosti dai capelli che tendono la pelle delle tempie portandola verso l’alto.

Un primo modo per avvicinarsi all’effetto foxy eyes è sicuramente il make-up: prova a truccare gli occhi con ombretto, eyeliner e mascara sfumandone le linee verso l’alto e verso l’esterno, in direzione della tempia. In questo modo potrai avere un’idea di quale potrebbe essere il risultato di una soluzione più incisiva.

Foxy Eyes: lifting, filler, blefaroplastica e cantoplastica

Le procedure chirurgiche per ottenere i foxy eyes sono svariate, e la loro attuazione dipenderà dalla scelta del chirurgo, che valuterà insieme alla paziente quale tecnica applicare in base alle condizioni di partenza e all’effetto desiderato.

In generale gli interventi di elezione per la palpebra e il sopracciglio sono la blefaroplastica e il lifting del sopracciglio, che permettono di risolvere problemi di occhiaie e borse e palpebre cadenti, soprattutto dopo una certa età.

Di recente si è diffusa anche una tecnica nota come cantoplastica, che consiste nel riposizionamento dell’angolo esterno dell’occhio, detto appunto canto, con l’obiettivo di farlo puntare verso l’alto.

Anche il filler può essere un valido alleato per ottenere il tanto desiderato foxy eyes. Grazie alla sua azione riempitiva infatti il filler permette di eliminare piccole rughe e pieghe della pelle intorno agli occhi, restituendo turgore allo sguardo, aprendolo e illuminandolo.

foxy-eyes-quando-farlo

Chirurgia dello sguardo: quando è utile?

La chirurgia estetica delle palpebre e del sopracciglio si rivela molto utile non soltanto per chi desidera cambiare l’aspetto del proprio sguardo, sollevandolo per ottenere il famigerato effetto foxy eyes, ma anche per tutti coloro che, con l’avanzare dell’età, presentano uno sguardo spento, con gli angoli degli occhi rivolti verso il basso, le palpebre cadenti e le tanto odiate zampe di gallina intorno agli occhi.

In tutti questi casi la chirurgia estetica oculare permette di riaccendere lo sguardo, riacquistando la sicurezza in se stessi e la voglia di tornare ad amarsi.