Skip to content

Biorivitalizzazione, il lifting viso senza bisturi

Home » Biorivitalizzazione, il lifting viso senza bisturi

Scopriamo che cos’è la biorivitalizzazione e perché questa tecnica poco invasiva piace così tanto!

La biorivitalizzazione è il nuovo trattamento all’avanguardia di medicina estetica.

Gli obiettivi che permette di raggiungere sono molto ambiziosi: un viso più giovane, zero tempi di recupero, niente dolore e soprattutto niente bisturi.

Ma vediamo più da vicino questa tecnica innovativa; se desiderate maggiori informazioni non esitate a contattarmi per una visita preliminare!

Biorivitalizzazione viso: cosa è e in cosa consiste

Ultima frontiera dei trattamenti per il ringiovanimento del viso, la biorivitalizzazione (detta anche biolifting) è un trattamento di medicina estetica non invasivo in grado di restituire elasticità e tono ai tessuti cutanei senza ricorrere al bisturi.

Proprio per questo motivo la biorivitalizzazione è detta anche lifting senza bisturi ed è sempre più amata e richiesta da uomini e donne di ogni età fino ad oggi che non desiderano sottoporsi ad un intervento classico con bisturi.

Come avviene una seduta di biorivitalizzazione? Vengono iniettati nella cute del viso dei farmaci bio-stimolanti utilizzando un mix di sostanza di grande efficacia o in alternativa dell’acido ialuronico puro, un componente del tessuto connettivale della pelle in grado di stimolare la formazione di nuovo collagene nei tessuti del viso.

Inoltre, nello stesso mix farmacologico vengono iniettati anche sali minerali e vitamine soprattutto quelle del gruppo A, B, C ed E per restituire alla pelle turgore, idratazione e luminosità.

Differenza tra biorivitalizzazione e filler

Abbiamo visto quindi come la biorivitalizzazione abbia molti punti in comune con il filler viso: si tratta infatti in entrambi i casi di trattamenti di medicina estetica ambulatoriali.

Ma vi sono anche delle differenze molto nette:

  • nella biorivitalizzazione l’acido ialuronico si diffonde in maniera più omogenea e diffusa, in quanto viene utilizzato acido ialuronico non reticolato, a fibre libere, che si diffonde rapidamente negli strati cutanei.
  • il filler inietta nella cute una sostanza a base di ialuronico con lo scopo di rimpolpare le rughe, le riempie per dare al viso un aspetto più giovane. La biorivitalizzazione invece idrata il viso fino in profondità e con la sua azione attiva stimola la naturale produzione di elastina e collagene da parte dei tessuti.
  • la biorivitalizzazione oltre a un effetto idrante ha anche un importante potere anti-ossidante agendo in maniera efficace sulle rughe.

Controindicazioni della biorivitalizzazione viso.

La biorivitalizzazione ha pochissime controindicazioni e sono scarsi anche gli effetti collaterali, che si limitano in alcuni casi a un po’ di rossore e lividi.

Ci sono però delle situazioni che sconsigliano di approcciarsi a questa tecnica:

  1. Si tratta di metodologie comunque sconsigliate in gravidanza.
  2. Da evitare anche in caso di allergie o intolleranza all’acido ialuronico che comunque viene largamente utilizzato in questi trattamenti estetici.

Il mio consiglio è sempre quello di affidarsi a professionisti esperti e centri altamente specializzati. La biorivitalizzazione deve essere eseguita rigorosamente da medici estetici, dal dermatologo o dal chirurgo estetico.